Il cantante belga Stromae vuole denunciare un gruppo conservatore francese che ha usato la sua canzone Papaoutai (tradotto: ”Papà, dove sei’) durante una manifestazione contro l’inseminazione artificiale a Parigi.

Durante l’incontro, Papaoutai è stata suonata senza il permesso dell’artista. Ora il musicista sta pensando di citare in giudizio l’organizzazione.

In Francia, solo le coppie eterosessuali possono ricorrere all’inseminazione artificiale, ma il Presidente Macron vuole cambiare questa legge. Infatti, nonostante le proteste di una minoranza conservatrice, Macron ha proposto di estendere il diritto alla procreazione medica assistita anche alle donne single e alle coppie lesbiche.

Il 6 ottobre, circa 75.000 conservatori si sono riuniti a Parigi per protestare contro tale cambiamento.

Bruzz riferisce che Stromae è alquanto offeso dalla errata interpretazione del significato della canzone. Inoltre, non gli è stato chiesto alcun tipo di autorizzazione, nonostante sia obbligatorio ai sensi della legge in base al diritto d’autore.