NL

NL

Stretto di Hormuz, Olanda disposta a sostenere gli USA contro l’Iran. Ma solo con la UE

I Paesi Bassi sono disposti ad inviare una nave da guerra nello Stretto di Hormuz. La richiesta avanzata dagli USA sarebbe volta alla protezione di petroliere e navi mercantili da eventuali attacchi Iraniani. Ma l’Olanda è disposta a collaborare solo se ciò avviene in un contesto europeo, come riferiscono fonti dell’Aia.

Il governo olandese spera aderire alla missione in un contesto europeo possa aggirare varie problematiche. In primo luogo, impedirebbe qualsiasi coinvolgimento dei Paesi Bassi nelle spinose relazioni tra Stati Uniti ed Iran; in secondo luogo, dimostrerebbe che l’Unione europea non è in contrasto con l’Iran. Inoltre, il coinvolgimento della UE renderebbe la missione accettabile anche per la coalizione di governo olandese. In particolare al D66 non piace affatto l’idea di aderire alla missione sotto la guida americana.

Gli Stati Uniti hanno richiesto la partecipazione degli alleati alla missione militare nello stresso di Hormuz alla fine di giugno. Si tratta dell’importantissima rotta marittima tra Iran e gli Emirati Arabi ma il clima è teso e molti degli alleati esitano ancora a prendere una posizione decisa.

Circa il 20% del commercio mondiale di petrolio passa dallo stretto, ed infatti il governo olandese riconosce la necessità di proteggerne la stabilità. In realtà non sono molti i mercantili olandesi che passano per quella rotta ma la marina militare dei Paesi Bassi è attrezzata più che bene per questo tipo di missione.

Una riunione dei ministri europei degli Esteri e della Difesa è in programma per la prossima settimana. In agenda sono, appunto, la questione dello Stretto di Hormuz e la possibile missione europea.

SHARE

Altri articoli