The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

STORIE Associazione olandese trasporta pillole abortive in Polonia via drone. Tensioni con la polizia di frontiera tedesca

Pillole abortive spedite in Polonia con un drone, questa è la singolare iniziativa dell’organizzazione olandese Woman on Waves, una Onlus che promuove la legalizzazione dell’interruzione di gravidanza in Paesi dove è proibita. Woman on Waves aveva già fatto parlare l’opinione pubblica internazionale, quando in passato ha organizzato delle navi, al largo delle coste marocchine ed irlandesi, dove lo staff medico dava la possibilità a donne di quei paesi, dove l’aborto è illegale, di poter effettura un’interruzione di gravidanza con standard sanitari internazionali.

L’iniziativa del drone, però, è un inedito assoluto; in Polonia, dove l’aborto è consentito solo per vittime di violenza sessuale, stima il Guardian, oltre 50mila donne sono costrette a sottoporsi a rischiosi interventi clandestini che possono costare fino a 4000 euro. Secondo il quotidiano inglese, gruppi pro-life, avrebbero minacciato di abbattere il drone; la polizia tedesca ha cercato di fermare “il volo” ma  l’operazione, a quanto si apprende, è riuscita comunque.

Woman on Waves, annuncia prossime iniziative a Malta ed in Irlanda.