NL

NL

Stop multe, troppi in ritardo con i pagamenti dell’assicurazione sanitaria. Nibud: la causa è sociale

Il numero di persone in ritardo nel pagamento delle premie di assicurazione sanitaria è aumentato a 178.000 alla fine dell’anno scorso, rispetto ai circa 170.000 degli anni precedenti, secondo i dati del Centraal Administratie Kantoor (CAK), che gestisce le multe sanitarie. Il quotidiano AD ha ottenuto questi dati attraverso una richiesta di accesso agli atti

Arjan Vliegenthart, direttore del Nibud, ha dichiarato che infliggere multe per il mancato pagamento dell’assicurazione sanitaria non funziona e spesso ha un effetto contrario. Il dirigente suggerito di concentrarsi sulle cause dei ritardi nei pagamenti anziché mantenere la regolamentazione delle sanzioni per i ritardatari, una proposta sostenuta anche dal CAK.

Attualmente, coloro che non pagano devono pagare una sanzione mensile di 175 euro, che diminuirà a 160 euro il mese successivo. Tuttavia, secondo Vliegenthart, sarebbe meglio eliminare completamente le multe. Afferma che è un segnale negativo verso la società infliggere multe alle persone con problemi finanziari.

Vliegenthart ha sottolineato che la rata non pagata spesso è un segnale di problemi finanziari più profondi e che l’approccio più efficace sarebbe quello di cercare soluzioni attraverso il coinvolgimento delle autorità locali e dei servizi sociali.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli