Author pic: Marco Verch Professional Photographer Source: Flickr License: CC 2.0 license

Alle persone di età inferiore ai 60 anni non verrà più somministrato il vaccino AstraZeneca, dice NOS. Per prevenire rischi per la salute, il ministro uscente De Jonge vuole che questo gruppo riceva un vaccino diverso. In tal modo, il ministro ha recepito la consulenza di emergenza del Consiglio di Sanità.

Non ci sono conseguenze importanti per la pianificazione della strategia di vaccinazione, afferma De Jonge. Il consiglio urgente è stato suggerito da un effetto collaterale che è venuto alla luce. Nei Paesi Bassi, sono state ricevute otto segnalazioni di donne che hanno sviluppato una rara combinazione di trombosi e un numero ridotto di piastrine dopo la vaccinazione con il vaccino AstraZeneca. Una delle donne è morta per questo. A causa delle segnalazioni, i Paesi Bassi avevano già sospeso la vaccinazione per i minori di 60 anni.

L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha stabilito ieri che si tratta effettivamente di una reazione avversa. È un effetto collaterale molto raro, con una probabilità inferiore a 1 su 100.000. A causa di quella piccola possibilità, l’agenzia farmaceutica ha affermato che i benefici del vaccino superano i rischi.

Tuttavia, il Consiglio Sanitario consiglia di sospendere il vaccino AstraZeneca nelle persone di età inferiore ai 60 anni. Per loro, il rischio di effetti collaterali è maggiore. Ed è per questo che il Consiglio Sanitario ritiene che sia meglio somministrare un vaccino diverso per questo gruppo. Il ministro De Jonge è d’accordo con questo.