Dopo un iniziale diniego, i Paesi Bassi firmeranno un impegno per fermare gli investimenti globali in carbone, petrolio e gas ha detto ad ANP un portavoce del Ministero degli Affari Esteri. La settimana scorsa, i Paesi Bassi avevano dichiarato che non firmeranno l’impegno perché il governo in carica è dimissionario ma dopo una serie di proteste, l’attuale gabinetto invierà una lettera al parlamento per confermare la decisione di firmare l’impegno a non procedere con investimenti in combustibili fossili, dice NU.nl

Il Regno Unito ha lanciato questo impegno al vertice sul clima di Glasgow, affermando che è tempo di fare il grande passo e fermare gli investimenti nei combustibili fossili entro il 2022 per limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi. 25 paesi, inclusi “grandi inquinatori” come Stati Uniti e Canada, hanno firmato l’impegno.

I Paesi Bassi sono un investitore relativamente grande in progetti di energia fossile all’estero e garantiscono circa 1,5 miliardi di euro alle società attive, ad esempio, nell’estrazione offshore di gas e petrolio in Africa.