Pic: Jérôme Source: Wikimedia  License : 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)

Il più grande aeroporto del Belgio, Zaventem nel Brabante fiammingo, non ha ancora notato alcun impatto derivante dalla decisione del governo olandese di vietare l’atterraggio ai voli provenienti dal Regno Unito.

La decisione del governo olandese è arrivata dopo che il governo britannico ha notevolmente rafforzato le misure contro il coronavirus in gran parte dell’Inghilterra sudorientale.

Le autorità del Regno Unito affermano che un nuovo ceppo del Coivd-19 , molto più contagioso dei ceppi precedentemente in circolazione, sta aumentando i tassi di infezioni a Londra e in altre regioni del paese.

In Belgio i virologi affermano che solo una manciata di persone infettate dal coronavirus presentano una variante dal ceppo inglese più contagioso. Allo stato attuale, l’aeroporto di Bruxelles ha segnalato che nessun aereo è stato dirottato da Schiphol. Tuttavia, potrebbe essere che i passeggeri del Regno Unito che dovevano volare verso i Paesi Bassi, ma che ora non sono in grado di farlo, decidano invece di volare a Zaventem.

Il divieto olandese si applica solo ai viaggi aerei. Coloro che viaggiano dal Regno Unito in treno (sull’Eurostar), in auto a bordo di un traghetto potranno comunque entrare. Le merci aviotrasportate non sono coperte da divieti e il personale medico può volare dal Regno Unito ai Paesi Bassi se lo desidera.