The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Stipendi: per gli aumenti si dovrà aspettare fino a ottobre

Migliaia di lavoratori che avrebbero dovuto ottenere un aumento di stipendio il 1° luglio dovranno invece attendere mesi per averlo riconosciuto, poiché dozzine di aziende hanno concordato con i sindacati sui ritardi a causa della crisi del coronavirus, riporta NOS.

Tra i maggiori datori di lavoro c’è la casa d’asta di fiori FloraHolland, i cui 3.000 dipendenti avrebbero dovuto ottenere un aumento del 2,5% martedì, ma ora dovranno aspettare almeno fino a ottobre. Insieme ad altre misure, il rinvio ridurrà le spese di almeno 2 milioni di euro. “Il business è in gravi difficoltà”, ha detto un portavoce di FloraHolland all’emittente. “Speriamo di avere notizie migliori per i lavoratori entro ottobre, ma nulla è ancora certo.” I sindacati sono stati riluttanti ad accettare i ritardi perché gli aumenti salariali sono spesso difficili da ottenere e quelli futuri non sono certi, secondo NOS.

Meno salari significa anche che i lavoratori ottengono meno sussidi di disoccupazione nel caso in cui dovessero essere licenziati nel prossimo futuro, sottolineano i sindacati. Nei Paesi Bassi, la maggior parte degli accordi retributivi sono negoziati collettivamente e applicati in un intero settore industriale, sebbene le grandi aziende tendano ad avere le proprie trattative interne.

L’associazione del settore di ingegneria leggera Focwa è già riuscita a raggiungere un accordo con i sindacati per ritardare l’aumento della retribuzione che dovrebbe entrare in vigore da luglio a dicembre. Circa 19 aziende nei settori dell’ingegneria e della tecnologia stanno ritardando un aumento di stipendio del 3,5% per cinque mesi, ma offrono ai lavoratori giorni di ferie supplementari come compenso. “Non ho avuto scrupoli“, ha detto a NOS il lavoratore dell’officina di riparazione auto Jan de Boer. “Aiuta l’azienda a crescere, questa è la cosa principale“.

Si prevede inoltre che una società alimentare che ha chiesto di rimanere anonima e che impiega 650 persone raggiunga un accordo con il sindacato per rinviare un aumento salariale concordato del 4%. La federazione sindacale FNV ha dichiarato la scorsa settimana che quest’anno sta abbandonando la domanda di aumento dei salari generalizzati e non cercherà affatto un aumento dei salari nei settori colpiti dalla crisi del coronavirus.