Gli olandesi che viaggiano verso gli Stati Uniti presto si potrebbero dover cimentare con controlli molto più severi, se l’Olanda concluderà un accordo con gli Stati Uniti.

Gli Stati Uniti d’America stanno incrementando le procedure di entrata nel paese per le persone che possono visitarli senza visto, dopo gli attacchi terroristici che hanno colpito Parigi lo scorso 13 novembre. I controlli, nei porti e aeroporti, potrebbero coinvolgere l’incremento di informazioni bio-metriche come rilevamento delle impronte digitali e scan dell’iride, riferisce Nos.

I passeggeri dovranno, inoltre, fornire informazioni riguardo viaggi verso “paesi che possono offrire rifugio a terroristi”, tra cui Somalia, Mali, Egitto, Iraq, Libano, Colombia e Venezuela. Questi cambiamenti potrebbero non essere ben visti dai viaggiatori, dato che l’Olanda è uno dei 38 paesi in cui ai cittadini non è richiesto un visto di viaggio verso gli Stati Uniti per permanenze entro a 90 giorni.