L’Istituto bosniaco per le persone scomparse ha dichiarato mercoledì che tre vittime dei massacri di Srebrenica che sono state identificate, saranno sepolte durante una cerimonia funebre collettiva insieme ad altre 13 persone al Srebrenica Memorial Center nel luglio di quest’anno.

I resti di Zaim Hasanović sono stati scavati da una fossa comune a Liplje, vicino a Zvornik, dove sono state trovate anche parti dei resti di Asim Nukic. I resti di Azmir Osmanovic, che aveva 16 anni al momento della sua morte, sono stati scoperti a Poljanci vicino a Srebrenica, scrive Balkan Insight.

I funerali collettivi si tengono ogni anno nell’anniversario del genocidio nel luglio 1995, quando le forze serbo-bosniache uccisero più di 7.000 uomini e ragazzi di Srebrenica, ricorda Balkans Insight.

Fazlic ha detto che i resti di altre 37 vittime, che sono stati identificati tramite un’analisi del DNA e dalle loro famiglie, sono conservati nel Centro di identificazione di Podrinje a Tuzla, ma le loro famiglie non hanno ancora acconsentito alla loro sepoltura perché sperano vengano ritrovati altri resti dei loro cari.

“Abbiamo anche altre 92 vittime per le quali abbiamo i risultati del DNA sulla loro identità, ma le loro famiglie non hanno ancora proceduto all’identificazione ufficiale”, ha aggiunto.