Una petizione al sindaco per salvare uno degli ultimi squat di Amsterdam spunta su Avaaz, il sito di cyber-activism”City Mayor: Mr. Eberhard van der Laan, we ask you passionately: Save Cultural Free-haven ADM”, recita in olandese il titolo della raccolta-firme digitale che ad oggi, 16 giugno, ha quasi raggiunto quota 5000. Il destino dello spazio sembra segnato, dopo che una complessa vicenda giuridica, fatta di fallimenti e concessioni d’uso piene di clausole, pare sia giunta al termine. Almeno secondo gli attuali proprietari, la societa’ di costruzioni navali Chidda e Amstelimmo, che spiegano al quotidiano Het Parool come dopo 18 anni abbiano trovato un affittuario disponibile ad investire nell’ex molo di ADM con l’obiettivo di trasformarlo in un’area di riparazione per imbarcazioni. Il comune, potrebbe a questo punto, esercitare un diritto di prelazione e salvare l’oasi alternativa ma sembra improbabile che il sindaco Van der Laan, che non ha mai nascosto la sua scarsa “simpatia” per l’attivismo politico della capitale, prenda posizione.