ART

ART

Sprezzatura: quando la storia s’intreccia con l’arte

Il Drents Museum di Assen presenta Sprezzatura – Fifty Years of Italian Painting (1860-1910), visitabile fino al 3 novembre 2019. In esposizione più di settanta capolavori di quaranta pittori provenienti da tutta Italia, come Antonio Mancini, Federico Zandomeneghi, Giovanni Segantini, Giacomo Favretto e Giuseppe Pellizza.

Tutte le opere sono al Drents in prestito e provengono dai più grandi musei italiani: la Galleria d’Arte Moderna di Milano, quella di Venezia a Ca’ Pesaro, la gallerie degli Uffizi e di Palazzo Pitti a Firenze, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, musei di Napoli e Palermo.

L’arte italiana viene generalmente associata all’antichità romana, al Rinascimento o al Barocco, ma la pittura dell’Ottocento, che passa spesso in secondo piano, è dotata di una bellezza senza precedenti.

Questa rassegna in particolare vuole introdurre i suoi visitatori alle principali accademie e movimenti d’arte italiani. Solo il titolo, Sprezzatura, racchiude diversi significati: uno di questi traduce agire con tanta esuberanza e studiata negligenza da risultare assolutamente convincenti.

Arte e non solo

Sprezzatura vuole richiamare l’attenzione su diversi gruppi e stili che hanno posto le basi dell’arte italiana del XXesimo secolo. Nel farlo, esplora anche storia, musica e letteratura di questo periodo, fornendo una serie di contesti riguardanti le vicende storiche dell’Italia unita (1861). Proprio quest’epoca infatti, è stata testimone di un forte nesso tra arte e sviluppi sociali.

Non è la prima volta che il Drents Museum si occupa di questo tipo di installazioni; Sprezzatura – Fifty Years of Italian Painting (1860-1910) infatti è il terzo capitolo di una serie di mostre, istituite con l’obiettivo di esplorare l’arte novecentesca (e dintorni) all’interno di una prospettiva internazionale. Nel 2015 la direzione del museo ha aperto al pubblico The Glasgow Boys – Scottish Impressionism 1880-1900, e nel 2016 Peredvizhniki – Russian Realism and Repin.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli