La governatrice della provincia Oost-Vlaanderen, Fiandre orientali ha avviato una campagna di informazione sul vaccino Covid per fugare i dubbi al riguardo, dice VRT.

Sono stati presentati video in cui il Centrum voor Vaccinologie fornisce ulteriori informazioni: “Con questa campagna vogliamo informare e motivare meglio i residenti a farsi vaccinare“, afferma la governatrice Carina Van Cauter.

Secondo l’università di Gent, il 56% dei belgi è ora disposto a farsi vaccinare. “Questo è un segnale di speranza, ma per ottenere l’immunità  di gregge, almeno il 70% della popolazione deve essere vaccinato. Ecco perché, dopo aver consultato gli esperti, ho deciso di sviluppare una campagna di informazione. Dopo tutto, se vogliamo motivare la popolazione, dobbiamo informarla in modo corretto e trasparente “, ha detto la governatrice.

In molti sono scettici per la rapidità con cui è stato sviluppato il vaccino e temono non sia stato svolto un lavoro accurato e per questo la provincia vuole spiegare al meglio il lavoro degli esperti. La più grande conclusione dalla ricerca è che la disponibilità a farsi vaccinare potrebbe aumentare in futuro. “I medici , i farmacisti e gli esperti scientifici in particolare sono considerati affidabili dalla popolazione. È anche importante che il gruppo del 56% indichi di voler convincere gli altri a fare lo stesso. Penso che dovremmo quindi vaccinare prima le persone che sono disposte a farlo da sole” , lui dice.

Se il vaccino si rivelerà efficace e non ci saranno controindicazioni, sarà un “effetto a valanga”: tutti vorranno vaccinarsi, dice a VRT lo psicologo motivazionale Maarten Vansteenkiste. “Richiederà tempo, e non dovremmo obbligare le persone. Altrimenti avremo un effetto opposto. Ognuno dovrebbe essere in grado di decidere da solo se è pronto o meno a vaccinarsi”.