BE

BE

Sparatorie a Bruxelles, il governo vuole task force locali

Il Governo di Bruxelles vuole fermare la violenza legata alla droga con task force locali. È quanto hanno annunciato il ministro-presidente di Bruxelles, Rudi Vervoort (PS), e Sophie Lavaux, direttrice di safe.brussels, durante una conferenza stampa. Come saranno effettivamente organizzate queste task force locali sarà chiarito nei prossimi giorni e settimane.

Durante una conferenza stampa presso gli uffici del servizio di sicurezza safe.brussels, il primo ministro della Regione di Bruxelles, Vervoort ha presentato un piano d’azione con misure per affrontare la violenza legata alla droga. Il governo spera ora di ridurre la violenza legata alla droga con un piano d’azione. Sophie Lavaux, direttrice di safe.brussels, ha spiegato che le task force locali nei vari quartieri svolgeranno un ruolo chiave. “Si tratta di punti critici, specifici quartieri che richiedono un intervento mirato”, ha detto Lavaux.

Le tre linee guida in questo contesto sono sicurezza, prevenzione e orientamento. I quartieri coinvolti saranno resi noti più avanti questa settimana dalla polizia federale. “Affronteremo il traffico di droga armato in modo più coordinato”, ha aggiunto Vervoort. “Si tratta di azioni temporanee e mirate.” Nei prossimi giorni sarà chiaro come sarà effettivamente organizzata questa iniziativa e entro due settimane sarà pronta una pianificazione operativa, dice Bruzz.

“Questo comporterà più agenti e visibilità nei punti critici. Metteremo insieme le risorse, anche per quanto riguarda la prevenzione e il supporto sociale. Questo significa anche una migliore coordinazione tra le sei zone di polizia”, ha affermato Vervoort. “Ma non mi faccio illusioni: con più poliziotti per strada non fermeremo il traffico di droga. Ora si tratta soprattutto di valutare come possiamo impiegare meglio i nostri servizi e il nostro personale.”

Critiche

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli