NL

NL

Sparatoria allo Zaans Museum: c’è il furto di un Monet dietro?

CoverPic:@Willemijn92, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

La sparatoria di domenica alle 10.35 vicino allo Zaans Museum di Zaandam potrebbe essere collegata a un tentativo di furto di un Monet. Il quadro, secondo quanto riportato dal detective Arthur Brand, vale più di un milione di euro.

Il dipinto al centro del tentato furto si chiama Il villaggio di Westerhem. L’opera di Claude Monet nel 2015 è stata acquistata per 1,2 milioni di euro. De Voorzaan en de Westerhem raffigura una coppia di barche a vela che navigano accanto a un gruppo di mulini a vento lungo il fiume. Si ritiene che sia uno dei 25 dipinti completati da Monet durante il suo soggiorno di quattro mesi nella città settentrionale olandese di Zaandam nell’estate del 1871.

@Willemijn92, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Nonostante i sospetti, però, la notizia non è ancora stata confermata. A quanto riporta Het Patrool, appena dopo la fuga dal museo, uno dei due sospetti è stato fermato da un passante, ha sparato e ha lasciato cadere il dipinto. Lo scooter dei due è stato poi ritrovato sulla Zuiderweg.

I responsabili del museo non hanno risposto immediatamente a una richiesta di commento, ma l’istituzione ha confermato l’episodio su Twitter. “Una rapina fallita ha avuto luogo al museo domenica”, si legge nel post. “Nessuno è stato ferito e nulla è stato rubato”.

Il dipinto è ora sotto esame per appurare eventuali danni. La polizia sta cercando testimoni, foto e video, e chiunque sappia qualcosa di quanto successo a Wijdewormer. Il colpo non sembra essere stato architettato da “professionisti”, ha detto il detective d’arte olandese Arthur Brand all’emittente locale NH News.

SHARE

Altri articoli