Il coffeeshop Green Place, nel cuore di Amsterdam, è stato investito da un’ordinanza di chiusura a tempo intederminato, firmata martedi dal sindaco Eberhard van der Laan. Nelle prime ore del mattino, il locale era stato teatro di una sparatoria. I responsabili, non ancora identificati, si sono dati alla fuga su uno scooter.

La dinamica dei fatti al Green Place è simile a quella di altri incidenti avvenuti presso coffeeshop della capitale. Sulla base del regolamento che disciplina l’esperimento olandese di tolleranza sulla cannabis, il primo cittadino ha facoltà -qualora ravvedesse disturbo o pericolo per l’ordine pubblico- di disporre la chiusura immediata dei coffeeshop o il ritiro della licenza.

Eventi simili si erano verificati di recente presso il coffeeshop The Power ad Oost e il DNA ad Achillesstraat. Stessa sorte per il Jabba as Amsterdam-Zuid e il De Kroon a Zuid. Anche in questi casi, van der Laan aveva disposto l’immediata chiusura dei locali.