BA.2, una nuova sottovariante della variante omicron del coronavirus, diventerà dominante nei Paesi Bassi nelle prossime settimane, afferma l’istituo di sanità RIVM a NU.nl. Questa sottovariante è più contagiosa dell’attuale variante di omikron, il che, secondo l’epidemiologa del RIVM Susan van den Hof, potrebbe significare che il picco di infezione potrebbe arrivare prima. Secondo l’istituto, sta diventando anche più difficile ottenere e mantenere la ratio R al di sotto di 1.

Diversi studi indicano che la variante BA.2 è più contagiosa della variante BA.1 originale e le persone vaccinate potrebbero anche essere infettate più facilmente con la variante BA.2 rispetto alla variante BA.1.

È ancora presto per dire se l’emergere di BA.2 avrà conseguenze anche per il picco dei ricoveri ospedalieri, che RIVM si aspetta a marzo ma secondo Van den Hof, dipende da quanti contagi in più verranno registrati rispetto a BA.1. “È probabile che ce ne saranno di più. Ma quanto sia grande questa differenza, soprattutto tra i gruppi a rischio, determina l’aumento del numero di ricoveri ospedalieri”.

Tuttavia, secondo lei, la differenza può rimanere relativamente limitata, perché molte persone sono già state contagiate da BA.1 (la variante originale di omicron). Gli studi iniziali indicano anche che BA.2 non presenta un rischio maggiore di ricovero rispetto a BA.1 e i vaccini sembra siano ugualmente efficaci contro entrambe le varianti.

È molto comune che sorgano sottovarianti di virus, dice NU: ad esempio, la variante delta aveva più di duecento sottovarianti. Tuttavia, RIVM dice di tenere d’occhio queste sottovarianti a causa delle possibili conseguenze sulla velocità dello spread.