GroenLinks e PvdA, i due più grandi partiti di sinistra dell’opposizione, hanno criticato il governo per i fondi statali di sostegno alle aziende andati alle multinazionali: quei fondi, infatti, dovrebbero andare solo a società che non pagano bonus oppure a quelle che rispettano i requisiti di sostenibilità. Il sostegno “a pioggia”, infatti, non ha convinto il leader rossoverde Jesse Klaver, che ha dichiarato al programma Jinek che il denaro per pagare i salari durante la crisi non dovrebbe finire nelle tasche degli azionisti.

Le aziende che pagano dividendi ai loro azionisti possono usare quei soldi per i salari e non dovrebbero poter contare sul sostegno del governo, ha detto. Né tantomeno le aziende  in paradisi fiscali. Il governo dovrebbe successivamente verificare se le misure di sostegno sono state utilizzate correttamente. Le dichiarazioni si inseriscono nelle polemiche seguite alla notizia che Booking.com ha avuto accesso al sostegno del governo..

Il leader di PvdA Lodewijk Asscher ha rilasciato dichiarazioni simili ad Op1. “Penso che sia giusto aiutare le aziende, ma questo è anche il momento di prendere accordi chiari. I soldi sono della società. Durante la crisi bancaria , il conto è stato pagato dalla gente comune. Facciamo meglio, per favore. ”

Finora il governo olandese ha stanziato circa 20 miliardi di euro per sostenere le aziende colpite dalla crisi del coronavirus, secondo la NOS.