Geert Wilders, passa all’incasso dell’enorme popolarità derivatagli dal processo, che lo vede alla sbarra per il celebre “meno, meno, meno marocchini”: nei sondaggi di questa settimana il PVV ha guadagnato tre seggi e rimane quindi il più grande partito in Olanda.

Per mesi, il VVD e il PVV sono stati impegnati in un testa a testa per la vetta nei sondaggi ma dopo l’elezione di Donald Trump e il procedimento penale nel vivo, pare che il partito anti-islam stia guadagnando ulteriorre terreno staccando il partito del primo ministro Mark Rutte.

Un sondaggio di Peil, il sito di Maurice de Hond indica che il PVV sta solo guadagnando in popolarità. Il PVV è salito da 30 a 33 seggi, mentre il VVD avrebbe perso uno scranno rispetto alla settimana scorsa.

Chi vincerà?
La popolazione olandese non sembra essere sorpresa da questo aumento. Da ulteriori domande sulla performance di Geert Wilders, emerge che il 71 per cento degli intervistati prevede una condanna per il leader PVV.

OPINIONI SUL PROCESSO

Wilders rimane il politico più chiacchierato del panorama politico olandese. E la sua vicenda giudiziaria non ha fatto che accentuare questo aspetto.

Gli elettori D66, PvdA e GroenLinks sono fermamente convinti che sia giusto il processo al leader PVV, mentre i support del partito di Wilders e quelli del 50plus trovano ingiustificato il procedimento. Gli elettori VVD, CDA e SP sono divisi.

DENK

Anche DENK, il partito degli “allochtoonen” dove milita l’ex volto tv Sylvana Simons, vittima la scorsa settimana di un linciaggio razzista sul web, guadagna un seggio.