Nel comune di Westland, secondo una ricerca di ProDemos commissionata da Omroep West, la maggioranza dei residenti vuole che i lavoratori migranti abbiano anche -obbligatoriamente- un alloggio trovato dal comune, dice Omroep West.

All’indagine hanno preso parte 3.224 abitanti della regione, di cui 173 provenienti dal comune di Westland e il 42% ritiene che la municipalità debba preoccuparsi anche delle condizioni abitative dei lavoratori stranieri temporanei.

Sebbene i Westlander siano i più forti sostenitori dell’edilizia obbligatoria, ci sono più oppositori nel comune, scrive Omroepwste: il 44% non è d’accordo (completamente) con l’affermazione, la media regionale è del 57%. I residenti di Westland sono più espliciti sulla questione. 

L’opinione sui lavoratori migranti è comunque eclatante, dice Omroep West. Nel consiglio comunale di Westland, negli ultimi anni molti piani abitativi che andavano in questo senso sono naufragati, spesso citando come motivo “reclami da parte dei residenti” o problemi con i piani di zonizzazione.

Questo a volte porta a tensioni con la vicina L’Aia: molti lavoratori stagionali lavorano nel Westland, ma vivono a Den Haag e gran parte dei partiti politici dell’Aia afferma che ciò porta a una maggiore carenza di alloggi e a un deterioramento della qualità della vita, soprattutto nei distretti di Escamp e Laak. A Westland, i residenti sembrano più aperti alla possibilità di accogliere i lavoratori.