Picture: 31mag/Michela Grasso

Quasi la metà dei residenti di Amsterdam vorrebbe un lockdown totale mentre una consistente minoranza, nessuna misura. E’ questo il risultato di un sondaggio commissionato dal Parool all’Istituto Kantar.

Quasi la metà degli abitanti di Amsterdam desidera che la città vada completamente chiusa ora che il numero di infezioni corona continua ad aumentare. Tuttavia, una consistente minoranza è ancora contraria a qualsiasi tipo di intervento.

“Le persone sopra i 65 anni, in particolare, pensano sia necessario agire. Il 63% di loro è favorevole a un lockdown totale, soprattutto a Zuidoost, dove be il 64% dei rispondenti è favorevole ad un lockdown. L’area, per inciso, è stata una delle più colpite dal virus.

Interessante un dato sui giovani (18-24 anni): il 43% è a favore di un blocco completo. Solo nella fascia di età tra 25 e 34 anni c’è meno entusiasmo per questa misura, appena il 36% sarebbe favorevole.

Amsterdam segue la tendenza nazionale, afferma il ricercatore Bart Koenen. “Con l’aumentare del numero di contagi, aumenta anche la paura e la richiesta di misure”, dice l’esperto al Parool. Chi vuole il blocco, chiede che la curva dei contagi venga in qualche modo frenata.

Otto abitanti di Amsterdam su dieci (79%) si aspettano che il lockdown sia inevitabile e il 75% ritiene che una chiusura totale sia tra utile e molto utile, dice ancora il sondaggio, per rallentare la crescita delle infezioni. Viceversa, il 19% dei rispondenti non vuole alcuna misura, il 23% non vorrebbe un lockdown “duro”. Il 54%, inoltre, è favorevole a norme imperative e in generale ad una stretta sulle misure. 4 su 10 chiedono una chiusura delle scuole.

8 su 10 dicono di volere la chiusura per ragioni sanitarie e molti la vedono come una soluzione per poter riprendere i contatti sociali. Il 78% di chi si oppone, teme danni all’economia.