Ad appena tre settimane dalle elezioni, un nuovo sondaggio avvicina PVV e VVD: se il rilevamento realizzato dall’istituto di Tom Louwerse fosse confermato, si potrebbe già parlare di testa a testa. Il partito del populista Geert Wilders raccoglierebbe tra i 24 e i 28 seggi mentre il PVV del premier Mark Rutte sarebbe tra 23 e 27.

La ragione principale, spiega l’esperto di tendenze elettorali al portale NOS, è da ricercare -probabilmente- nella dura campagna “anti-PVV” che il premier avrebbe lanciato per conquistare l’elettorato che guarda a Wilders: le scarse chance che il leader populista ha di partecipare ad una coalizione di governo, infatti, ne hanno ridotto l’appeal.

Tutti i sondaggi sono stati realizzati prima  che Wilders decidesse di rinunciare alla partecipazione ai dibattiti televisivi. Secondo lo stesso sondaggio, gli altri partiti manterrebbero un sostegno invariato mentre tra i partiti appena fondati solo la formazione multietnica Denk, costituita da due dissidenti laburisti, avrebbe chance di conquistare un seggio