Secondo quanto riportato dal Telegraaf, un sondaggio promosso da Patiëntenfederatie su un campione di 4.600 persone il 40% dei pazienti olandesi non è soddisfatto della qualità delle visite mediche.

Il 15% dei pazienti afferma di non sentirsi sufficientemente coinvolto nella decisione in merito alla terapia prescelta. Gli stessi hanno messo in luce come il fatto che i dottori offrano una rosa di trattamenti, non impedisca al Gp di prendere comunque la decisione finale.

A fronte di tale risultato, l’associazione di pazienti si è unita con una federazione di medici specializzati, la Nederlandse Federatie van Universitair Medische Centre e la federazione olandese del centro universitario di medicina NFU per lanciare una campagna denominata “Betere Zorg begint met een goed gesprek’”.

Lo scopo è rendere maggiormente consapevoli medico e paziente dell’importanza della collaborazione per la scelta dello specifico trattamento da attuare.

Secondo le affermazioni di Djanda Veldman della federazione di pazienti, troppo spesso si registra un tipo di comunicazione a senso unico e dal punto di vista del paziente è molto importante sentirsi ascoltato.