The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Sondaggio Amnesty: per il 75% degli olandesi, il sesso non consensuale è stupro

La maggior parte degli olandesi ritiene che qualsiasi atto sessuale che avviene senza il consenso reciproco debba essere qualificato come stupro, ha dimostrato un sondaggio condotto da I&O Research per conto di Amnesty International.

Nell’attuale legge olandese, lo stupro è considerato tale solo se la forza o la violenza possono essere dimostrate in tribunale. Questo non è sempre possibile perché le vittime si congelano, sono troppo spaventate per opporre resistenza o vengono drogate. Amnesty ha commissionato il sondaggio perché il ministro della giustizia Ferd Grapperhaus vuole rendere il “sesso non consensuale” un reato separato, equivalente solo alla metà della pena per lo stupro. Amnesty afferma inoltre che il 70% dei casi di stupro sono di questo tipo.

Tre quarti dei 2.000 intervistati hanno affermato che il sesso senza il consenso reciproco ma senza l’uso della forza della violenza dovrebbe essere considerato stupro, con quasi tutti gli intervistati che affermano che non fa alcuna differenza se la vittima si congela o è sotto l’influenza. Tuttavia, circa il 20% dei giovani tra i 16 e i 35 anni afferma che l’assenza di un chiaro “no” sarebbe considerata una circostanza attenuante. Amnesty vuole che Grapperhaus riconsideri la sua proposta. “Il sesso contro la volontà di qualcuno deve essere sempre trattato come uno stupro”, ha detto Martine Goeman, direttrice del programma di genere di Amnesty, all’emittente pubblica NOS. “Invece di rendere questo un nuovo reato, l’attuale legge sullo stupro dovrebbe essere adattata per includerlo”, ha detto.

Goeman ha anche affermato che metà delle donne che hanno subito questo tipo di stupro non l’hanno denunciato alla polizia. “Incontrano incredulità e domande sul perché la vittima non abbia opposto resistenza. “Questo ferisce le vittime per una seconda volta“, ha detto.