Nederland mijn Vaderland, la più seguita pagina nazionalista FB olandese, è stata chiusa sabato scorso dal social media di Zuckerberg. Per l’amministratore della pagina, sentito dal quotidiano NRC, la responsabilità è probabilmente dei gruppi anti-razzisti che da tempo segnalavano quello ed altri gruppi sul web, dove le posizioni identitarie sfociano spesso nel razzismo.

Uno degli amministratori della pagina Thomas van Elst, ha detto al quotidiano che il torto sarebbe stato fatto ai 252mila sostenitori che vi interagivano. Il gruppo si focalizzava su i “classici” argomenti dell’estrema destra contemporanea: immigrati, rifugiati, Europa e sovranità.

Non è la prima volta che FB chiude account di nazionalisti olandesi: a maggio erano state addirittura tre le pagine chiuse; ‘Liefde voor Holland’ (Amore per l’Olanda), ‘Steun de PVV‘ (Supporta il PVV) e ‘Ik doe GEEN aangifte tegen Wilders’ (Io non denuncio Wilders) in occasione di un’ondata di commenti xenofobi sul web, seguiti alla decisione della presentatrice Sylvana Simone di entrare in politica con la formazione Denk.