Skin Ego, all’Aia una mostra alla ricerca della riconnessione con il proprio corpo

Photo by Milada Vigerova on Unsplash

Guardarsi allo specchio e non riconoscere la figura riflessa al suo interno, diversa, non accettata, a volte completamente distorta: con una serie di autoritratti fotografici, l’artista Laura Hospes ha abbattuto due ampi tabù, sulla salute mentale e sugli standard irrealistici di bellezza della nostra epoca.

Nella sua mostra Skin Ego, visitabile al Fotomuseum dell’Aja fino all’11 agosto 2024, Hospes tratta della sua lotta con il proprio corpo documentandolo nelle sue foto, in varie posizioni, contorte e non, e con l’aiuto di altri attrezzi scenici, come pittura o silicone.

La mostra è costituita, non solo da foto, ma anche da video e diverse installazioni in un tentativo di messa a nudo, letteralmente, del proprio corpo e della sua percezione distorta di essa, così da poter restaurare la propria visione.

Questa idea le è nata all’interno della struttura universitaria di psichiatria, Universitair Centrum Psychiatrie, a Groningen dove era stata temporaneamente ricoverata dopo un tentativo di suicidio. Durante la sua permanenza, Hospes iniziò a fotografarsi in un tentativo di riuscire ad esprimere le proprie e emozioni e la sua visione della pelle come lo strato più esterno, e quindi il riflesso, del nostro stato mentale, e espanse questo suo progetto come sua laurea di master al St. Joost School of Art and Design.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli