The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

CRIME

Il sistema olandese non protegge le persone vulnerabili: proteste a l’Aja

Lunedì all'Aia Martin Huisman padre di una bimba uccisa nel 2002 chiede al governo di cambiare la sua politica sulla giustizia



Martin Huisman, padre di Rowena, la bambina di 4 anni uccisa, è andato lunedì all’Aia insieme ai genitori di altri bambini uccisi per protestare contro il sistema olandese che ritengono non adeguato a tutelare i più vulnerabili. La morte della 25enne Anne Faber, originaria di Utrecht, ha innescato questa protesta. L’uomo sospettato dell’omicidio, Michael P., stava ancora scontando la condanna a 12 anni di reclusione per aver violentato due ragazze, riporta RTL Nieuws.

Il corpo di Anne Faber è stato trovato giovedì, 13 giorni dopo la sua scomparsa, presso Nulderpad a Zeewolde. Michael P. si trovava nell’istituto psichiatrico Altrecht a Den Dolder: era stato trasferito dalla prigione all’istituto per cominciare il reinserimento nella società. Gli era permesso, ad esempio, di uscire senza supervisioni o utilizzare l’auto della madre. Secondo RTL, è stato arrestato perchè sono state trovate tracce del suo DNA sulla giacca di Anne.

Huisman si è sentito particolarmente coinvolto nel caso di Anne Faber per diverse ragini, ha detto a RTL. Il corpo di Anne è stato trovato vicino al luogo in cui, nel 2001, sono state trovate parti del corpo di Rowena. Il patrigno della bambina, Mike J., è stato condannato a 12 anni di prigione e successivamente detenuto in un istituto psichiatrico per il macabro assassinio. La sua terapia è stata prorogata di due anni, ha fatto appello e la causa sarà in tribunale il prossimo mese.

Il padre di Rowena non può immaginare che l’assassino di sua figlia potrà essere rimesso in libertà. “Non mi libererò mai dal mio dolore. Questi criminali dovrebbere essere condannati all’ergastolo, o alla sedia elettrica”, ha detto Huisman ai giornali. “Il sistema penitenziario non funziona. Se si continua in questo modo, moriranno sempre più persone. Chi mai potrebbe permettere agli assissini di tornare nella società?”.

Il giornalista Peter R. de Vries ha pubblicato la lettera che il padre di una delle vittime violentate da Michael P. ha mandato ai politici nel 2012. “Non è servita a nulla. Non posso garantire a mia figlia la sicurezza in questa società. Cosa dovrei e potrei fare ora?”, il padre nel 2012 ha scritto al segretario di Stato Fred Teeven.

Non ha mai ricevuto risposta, secondo quanto riporta De Vries. “Il padre della ragazza violentata spesso ha scritto ai leader politici, ma senza alcun riscontro! Lacrime da coccodrillo della politica”, riporta un tweet di De Vries.

Dopo aver ritrovato il corpo d Anne, è iniziata una petizione online per chiedere il cambiamento del sistema legale olandese.  La petizione chiede inoltre al Ministro della Sicurezza e della Giustizia di prendersi la responsabilità per quello che accade. Da lunedì mattina, la petizione ha già raccolto 387 firme.



31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!