Il nucleo anticorruzione della polizia olandese, ha avviato lunedi a Sint Maarten, nelle ex antille olandesi, un’operazione su vasta scala volta a sgominare una rete specializzata nel riciclaggio e nella frode fiscale.

Gli agenti hanno fatto irruzione in diversi immobili nell’isola caraibica, territorio autonomo del Regno dei Paesi Bassi, secondo il Volkskrant e arrestando un uomo di 35 anni.

 

L’uomo finito in manette, di cui l’identità non è nota, sarebbe un faccendiere conosciuto sull’isola -secondo fonti del Volkskrant- che avrebbe investito anche nel personale di sicurezza in servizio nelle carceri. Tra i sospetti c’è anche quello di corruzione.

Questa è la seconda importante indagine della squadra anti-corruzione. Nel mese di agosto il team ha fatto irruzione presso una proprietà di Emsley Tromp, il direttore della Banca centrale di Curacao e Sint Maarten.

Martine Vis, capo della Criminal Investigation Team in Curacao, spera che questo approccio porterà un “cambio di mentalità” sulle isole. “Stiamo prendendo di petto truffatori, non c’è politica nelle nostre indagini: chiunque abbia commesso reati, indipendentemente dallo status sociale, sarà perseguito” ha detto l’uomo al Volkskrant.