Gli imprenditori che si lamentano della carenza di manodopera nei Paesi Bassi devono dare la colpa a loro stessi, ha detto al Telegraaf il presidente del sindacato CNV. Il mercato delle costruzioni, quello ospedaliero e l’IT vogliono personale qualificato, ma “questi sono i settori che hanno fatto tutto il possibile per rendersi poco attraenti”, ha detto Maurice Limmen portavoce del sindacato al giornale.

“Questi sono datori di lavoro che hanno distrutto tutele e diritti“, ha affermato Limmen. Il settore delle costruzioni ha licenziato personale e lo ha riassunto come freelance mentre quello ospedaliero ha rifiutato di concordare un contratto collettivo, offrendo terribili condizioni di lavoro e impegnandosi poco in termini di formazione. Il risultato? Carenza di personale’, ha concluso il sindacalista.

Inoltre, i datori di lavoro non dovrebbero assumere all’estero per colmare le lacune, ha affermato. “Investite in professionisti attraverso la formazione e contratti a tempo indeterminato e “, ha affermato. Concludendo: “Rendi il tuo settore attraente, offrendo posti di lavoro dignitosi.”

L’agenzia di lavoro temporaneo Randstad ha recentemente suggerito che i Paesi Bassi hanno bisogno di 80.000 lavoratori qualificati per colmare le lacune. La lobby del settore delle costruzioni Bouwend Nederland, sta guardando all’estero.