Il numero di vittime per incidenti su due ruote ha superato quello degli incidenti in automobile: il dato è stato comunicato mercoledì da CBS, l’ufficio statistico nazionale.

I morti sulle strade, lo scorso anno, sono stati 613, 16 in meno rispetto al 2016. Tuttavia, di questi 206 erano ciclisti, 17 in più rispetto ai precedenti report, e una delle percentuali più alte degli ultimi dieci anni.

Mentre il numero delle vittime per incidenti automobilistici diminuisce in modo costante, il numero dei ciclisti coinvolti in incidenti mortali non accenna a calare.

Sono gli over-65 a rappresentare i due terzi delle vittime su due ruote, e in un caso su quattro nei sinistri vengono coinvolte e-bike.

L’ente per la sicurezza stradale Veilig Verkeer Nederland ha detto che è importante che i ciclisti siano consapevoli dei propri limiti. “Per stare nel traffico bisogna essere molto coscienti degli spostamenti propri e altrui, prendersi in considerazione reciprocamente” dice il portavoce Rob Stomphorst.

La Ministra dei Trasporti Cora van Nieuwenhuizen dice che farà tutto il necessario per intervenire.