Il National Cyber Security Center (NCSC) olandese ha informato tutte le organizzazioni governative di un’allerta emessa di recente dai servizi segreti Americani e Inglesi, riguardante le attività illecite di hacker russi su alcune apparecchiature di rete.
Il NCSC, che fa parte del Ministero della Giustizia e della Sicurezza, ha preso estremamente sul serio l’avvertimento e ha consigliato a tutte le organizzazioni olandesi di cercare eventuali configurazioni errate nelle proprie apparecchiature di rete, stando a quanto riportato da NU.nl.

Lunedì scorso i servizi di intelligence americani e britannici avrebbero avvertito circa la presenza di hacker che lavorano per conto del governo russo, e che hanno violato alcune infrastrutture digitali. Stando al loro comunicato, gli hacker starebbero infettando router e firewalls con i loro malware, in preparazione a un “attacco massiccio, se necessario”. Il governo russo non avrebbe preso di mira solo i sistemi governativi, ma anche aziende e altre infrastrutture vitali.

Stando ai servizi segreti, gli hacker russi hanno già infettato i dispositivi della Cisco Systems Inc., nota multinazionale specializzata nella fornitura di apparati di networking. Il NCSC chiede quindi alle organizzazioni olandesi di assicurarsi che abbiano installato le patch più recenti del Cisco Smart Install, dopo il rilascio della compagnia di un aggiornamento per correggere le sue vulnerabilità all’inizio di questo mese.

Secondo il NCSC, è “ipotizzabile” che gli hackers stiano già sfruttando i punti deboli di router e altri apparati di networking.