Souprascoco, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Qualcosa di straordinario sta accadendo nelle acque dello Zeeland: i gamberetti sono talmente tanti, da ottobre, che i pescherecci da tutti i Paesi Bassi vanno ora in massa nella provincia meridionale ad approfittare dell’enorme e inusuale abbondanza di piccoli crostacei, dice NOS.

Le enormi quantità di gamberetti sono state notate per la prima volta al largo delle coste dello Zuid Holland a metà settembre. In ottobre i gamberetti si sono trasferiti nelle isole dello Zeeland. “I pescatori parlano di un boomb di gamberetti che dura da tempo: normalmente le quantità, dopo catture intense diminuiscono dopo appena un mese, ma ora da più di un mese e mezzo si fanno grandi raccolte”, afferma il ricercatore Willem den Heijer a Omroep Zelanda.

Non è del tutto chiaro perché ora ci siano così tanti gamberetti. Secondo Den Heijer non ha nulla a che fare con il cambiamento climatico. “Il Mare del Nord è molto dinamico. Di conseguenza, alcune specie di pesci migrano. Un’esplosione è principalmente dovuta a una temperatura dell’acqua leggermente più calda e a una maggiore quantità di cibo disponibile”, afferma. “Quando l’acqua diventa più fredda, i gamberetti tornano in acque più profonde”.

Solo questo fine settimana, dodici pescherecci provenienti da tutti i Paesi Bassi sono sbarcati nel porto di Vlissingen: provengono da Stellendam, Scheveningen, Wieringen e persino da Stavoren nel Friesland.

I pescatori raccolgono dai 3000 ai 6000 chili di gamberetti a settimana e queste, dice NOS, sono catture da record.  La domanda è se le catture record ridurranno anche il prezzo dei gamberetti per i consumatori: secondo Den Heijer non avverrà in fretta.