Il corpo di polizia olandese ha lanciato un allarme circa una truffa che nel 2016 ha colpito migliaia di utenti Microsoft. Sarebbero ben  2.000 gli olandesi nel 2016 hanno ricevuto una chiamata da un finto call center del collasso americano. Chi ha risposto alle chiamate e alle domande al telefono ha fornito informazioni sensibili permettendo ai truffatori l’accesso ai propri computer.

Centinaia di migliaia di euro sono stati sottratti in questo modo.

Secondo la ricostruzione della polizia i truffatori hanno spesso usato lo stesso metodo con una voce inglese ma dall’accento indiano che dall’altra parte della cornetta chiedeva informazioni per risolvere dei presunti problemi informatici. Una volta adescata la vittima, i truffatori chiedevano di installare un software che permetteva poi successivamente di accedere da remoto al computer desiderato. Una delle vittime è stata così derubata di ben 70.000 euro.

La polizia credere che questa attività sia riconducibile a diversi gruppi criminali ed ha lanciato un vero e proprio allarme: “Se si presentano come impiegati della Microsoft chiudete subito la chiamata e avvisate la polizia”, questo l’appello del corpo nazionale.