CoverPic:@Willemijn92, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

A metà agosto un quadro di Monet, Il villaggio di Westerhem, era stato rubato dal Museo di Zaans nell’omonima località turistica poco distante da Amsterdam. Ma il tentativo non era andato a buon fine. C’era stata una breve sparatoria, con i ladri messi in fuga e il dipinto lasciato cadere a terra.

La novità è che uno dei due ladri si è consegnato alla polizia ed è stato arrestato martedì sera. Anche se la polizia non ha confermato l’identità del ladro, il celeberrimo detective d’arte Arthur Brand crede che possa essere Henk B., 49 anni, di Amsterdam.

Brand ha detto al De Telegraaf che “recentemente, c’è stata di nuovo una richiesta da parte del crimine organizzato di rubare opere d’arte, da usare come moneta di scambio per comprarsi sconti di pena o coperture. Sospetto che Henk B. abbia cercato di rubare l’opera per questo motivo”.

Nel 2002 Henk B. e Okkie Durham hanno rubato due dipinti dal Museo Van Gogh di Amsterdam. Nel 2017, più di un decennio dopo il furto, il direttore del museo Axel Rüger ha celebrato la restituzione dei due quadri di van Gogh spariti. Dopo essere stati confiscati dalla polizia da un nascondiglio in Italia, “Vista sul mare a Scheveningen” (1882) e “La chiesa riformata di Nuenen” (1884-85) sono stati restituiti al legittimo proprietario nel marzo 2017.

Henk B. e Okkie Durham sono già stati condannati a 3 anni e mezzo di prigione e hanno dovuto pagare danni per 350.000 euro ciascuno. Il loro furto è stato elencato come uno dei 10 migliori crimini d’arte dall’FBI.