Lo sgombero rapido delle occupazioni sembra essere una priorità del governo, che martedì prossimo voterà un provvedimento in questo senso. Cosa significa, in pratica? Ad oggi, la legge anti-squat voluta dal primo governo Rutte, ha reso illegale l’occupazione di edifici abbandonati da più di un anno.

Ma i giudici, ad oggi, hanno dato sempre tempo, fino a otto settimane, da quando viene emessa la sentenza. Ora, il governo vuole scavalcare il tribunale e stabilire che l’occupazione cessi in appena tre giorni. La proposta è stata discussa oggi in parlamento, dice il TelegraafSecondo il ministro della giustizia Grapperhaus:”Il governo attribuisce importanza alla punizione di un reato e a tale riguardo sostiene la possibilità di accelerare i tempi”.

I partiti di governo VVD e CDA arrivano con la proposta perché, secondo loro, la legge che hanno voluto nel 2010 è stata tradita nella pratica. Il deputato Van Toorenburg (CDA) se la prende con i magistrati: secondo il partito cristiano, il tribunale e le procedure rallenterebbero la procedura di sgombero.

Contrari i partiti di sinistra ma VVD e CDA possono fare affidamento sul partito confessionale SGP e sulla destra islamofova di Wilders, nemici giurati degli “squatters”:

Per il VVD, il partito del premier, il diritto di proprietà è sacro e inviolabile. Il parlamento voterà la proposta la prossima settimana.