NL

NL

Sex work a domicilio a Utrecht? Il comune lavora a regolamento

La città di Utrecht intende rendere possibile il sex work a domicilio: il comune sta lavorando a una modifica del Regolamento Comunale Generale (APV) e l’adeguamento dovrebbe far parte della nuova politica comunale sulla prostituzione, scrive RTV Utrecht.

Attraverso la modifica del piano urbanistico, il sex work potrebbe essere consentito come professione a domicilio. Il consigliere comunale di D66 Dirk-Jan van Vliet ha commentato positivamente la proposta, definendola “un passo avanti molto positivo”. “Per i lavoratori del sesso è importante poter lavorare in autonomia e sicurezza”, ha aggiunto.

Non è chiaro quante lavoratrici del sesso ci siano a Utrecht: secondo Van Vliet, l’ultimo censimento risale a due anni fa, quando c’erano circa 500 lavoratrici e lavoratori in città L’anno scorso c’è stata una discussione nel consiglio comunale riguardo al futuro delle sex workers. Una proposta presentata da tutti i partiti della coalizione doveva accelerare lo sviluppo dei piani, ma questa mossa ha irritato l’opposizione.

Secondo il comune, le aree con “una combinazione di funzioni” sono le più adatte per le sex workers. Questi sono luoghi in cui convivono abitazioni, attività commerciali, negozi e ristoranti. “In queste aree c’è una certa vivacità per le strade, che è buona per la sicurezza sociale”, ha scritto il comune.

Van Vliet è d’accordo: “Dovremmo semplicemente considerarlo come un lavoro. Può tranquillamente convivere con un parrucchiere”, ha dichiarato. Il comune prevede di coinvolgere i quartieri “in modo proattivo” conducendo discussioni su “dilemmi potenziali, diverse prospettive e preoccupazioni e misure eventuali”.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli