Il servizio di intelligence militare MIVD ha fatto lavorare per anni un funzionario pur sapendo che contro di lui vi erano sospetti di corruzione, riporta AD.

Secondo il giornale, le dichiarazioni sono state fatte sotto giuramento, davanti a un giudice, da colleghi del funzionario e dai dipendenti dell’Ufficio di integrità della difesa.

Il funzionario in questione, Jacques H., è apparso in tribunale Martedì come uno dei sei addetti alla polizia e della Difesa sospettati di essere coinvolti in un piu’ ampio scandalo di corruzione che coinvolge l’apparato militare.

H. ha gestiva parte della flotta MIVD fino a tre giorni alla settimana, scrive AD; veicoli in borghese per il servizio – mezzi non registrati presso l’RWD, l’autorita’ di trasporto stradale olandese. 

Anche H. stesso ha guidato un’automobile non dichiarata per diversi anni. E ha gestito una falsa società di noleggio JaHo-affitti per la MIVD.  Ik motivo per cui è stata utilizzata, non è chiaro.

Le dichiarazioni mostrano anche che il MIVD era stato avvertito nel 2010 del fatto che l’integrita’ di Jacques H. fosse in discussione ma non è stata intrapresa nessuna azione contro di lui.


H. è uno dei sei funzionari che si presenteranno in tribunale Martedì nella causa di corruzione che coinvolge il fornitore di veicoli PON.

Secondo il pubblico ministero, questi funzionari hanno accettato tangenti da PON tra il 2001 e il 2011. Con queste tangenti – che includevano sconti sulle auto, pneumatici invernali gratuiti e viaggi stranieri – PON sperava di ottenere dei contratti dalla polizia o dalla difesa olandese. La corruzione è stata segnalata da un interno del PON nel 2011.

All’inizio di questo mese l’ex ministro della Difesa Hans Hillen (CDA) ha ammesso al quotidiano NRC di aver nascosto i dettagli sul caso quando era ministro. Hillen voleva risolvere la questione internamente e disse che se avesse condiviso tutto con i parlamentari, “non avrei tempo per gestire le forze armate”.

Due settimane fa il programma Nieuwsuur ha rivelato che il ministro Henk Kamp avrebbe ricevuto “doni” da PON durante il suo incarico come Ministro della Difesa.

Kamp non è mai stato considerato sospetto in questo caso, nonostante I doni, valutati intorno ai 250 euro. Nieuwsuur ha definito il caso come “straordinario”.