In un’asta d’arte americana è apparso un dipinto sconosciuto di Nijmegen del XVIII secolo circa. “Probabilmente Parigi” recita l’etichetta che accompagna l’opera. Ma il mercante d’arte Patrick Peeters, che conosce il luogo molto bene, era certo che si trattasse di una scena nei pressi della città oggi situata nella provincia nella Gheldria.

Il dipinto mostra infatti la città dall’altro lato del fiume Waal vicino Lent. Ma il nome del quadro e l’artista che l’ha dipinto non sono noti.

Sebbene fosse chiaro dalla descrizione che la casa d’aste non aveva riconosciuto che si trattava di Nijmegen, anche molti mercanti d’arte americani erano interessati pensando che il quadro ritraesse Parigi. Peeters ha fatto la sua offerta e alla fine si è aggiudicato il quadro. Contento come un bambino, ha detto: “C’è qualcosa di infantile come la scoperta di un tesoro”.

Negli archivi non si trova da nessuna parte una descrizione dell’opera e Peeters non è stato ancora in grado di scoprire la firma dell’artista. Spera però di trovare più informazioni sull’origine del dipinto negli archivi americani.

Uno storico dell’arte di Nijmegen, Paul Dickmann, stima che il dipinto sia stato fatto dopo il 1730. A quei tempi era popolare dipingere paesaggi urbani, racconta ad AD. “Quell’anno non c’era ancora la lanterna a olio allo sbarco del traghetto, come si vede a sinistra della carrozza in primo piano”. Questo particolare potrebbe fare la differenza. La città era popolare tra i pittori di tutto il paese a causa dell’ampio fiume e della posizione sulle colline. Ecco perché il pittore potrebbe essere un forestiero.

Peeters spera che la tela sia presto esposta in un museo per tutti coloro che hanno a cuore Nijmegen. “Ma prima mi godrò la ricerca dell’autore del quadro. Questa è in realtà la parte più divertente del commercio d’arte”.