La polizia spagnola e quella olandese hanno arrestato sei uomini provenienti da Amsterdam, sospettati di una serie di omicidi avvenuti principalmente nei Paesi Bassi. Come riferisce Het Parool, tre dei sei uomini arrestati sono noti criminali di Amsterdam.

Le autorità olandesi e spagnole hanno avviato l’indagine congiunta dopo l’assassinio di Abdelhadi Yaqout a Marbella il 21 gennaio 2019. La vittima aveva numerose attività di ristorazione di successo, ma era anche coinvolto nel traffico internazionale di droga. Le indagini sull’omicidio di Yaqout hanno condotto le autorità spagnole e olandesi a questi sei sospettati.

Quattro dei sei uomini sono stati arrestati proprio sul confine spagnolo all’inizio di questo mese, mentre stavano per commettere l’ennesimo omicidio. Uno degli altri sospettati era già in custodia nei Paesi Bassi in relazione ad un altro crimine. E il sesto è stato arrestato di recente. Perquisendolo, la polizia ha trovato addosso all’uomo una pistola semi-automatica con un silenziatore.

Il sospettato Jermaine B., 37 anni, era già in custodia per via del processo Eris, che include una serie di omicidi. B. è accusato di aver ordinato l’assassinio di sei residenti di Amsterdam. Anche se, stando a Het Parool, questi tentativi di assassinio non sono mai stati compiuti. Anche Omar C. , 20 anni, e Badr K. , 31 anni, sono ben conosciuti tra le autorità olandesi. Grazie a testimonianze, le autorità hanno collegato i due a molteplici omicidi avvenuti nel 2019. Invece, gli altri tre sospettati arrestati non sono risultati avere precedenti penali.

I sei criminali di Amsterdam sono tutti sospettati di omicidio, partecipazione a un’organizzazione criminale, e possesso di armi illegali.

 

Cover Pic: Pic Credit: S.J. de Waard Pic Source: Wikimedia License: CC-BY-SA-3.0