pic source: pixabay

Le elezioni che i Paesi Bassi hanno in programma per i prossimi mesi molto probabilmente verranno posticipate, ha detto venerdì il ministro dell’Interno Kasja Ollongren. In una lettera al Parlamento ha infatti esposto che a causa delle misure restrittive contro il Covid-19, sono in discussione alcune opzioni di riorganizzazione dei seggi. È stato preso in considerazione anche il voto tramite posta.

Le elezioni sono quelle del Consiglio dell’isola di Sint Eustatius, quelle per la fusione dei comuni di Appingedam, Delfzijl e Loppersum e per l’eliminazione del comune di Haaren. Queste erano inizialmente previste per l’autunno. Inoltre, il prossimo anno sono in programma le elezioni parlamentari.

La ministra ha richiesto ai sindaci dei comuni di verificare la possibilità del distanziamento dei seggi o del voto per posta. Il governo sta allentando le misure, ma l’allerta deve rimanere alta in modo che non insorgano altri focolai. “La regola della distanza di 1,5 metri si applicherà per un periodo di tempo molto lungo. Ecco perché i seggi elettorali dovranno essere organizzati in modo diverso”, ha detto Ollongren.

Una portavoce del Ministero degli Interni ha dichiarato che in questa fase non state prese in considerazione altre opzioni come il voto online o quello anticipato. “Per ora stiamo esaminando come possiamo votare in relazione alle regole, ma non ancora se il sistema di voto cambierà”, ha affermato Pauline van Voorst del Ministero.