Secondo il ministro De Jonge è “tecnicamente impossibile” iniziare la vaccinazione prima dell’8 gennaio. “Quando abbiamo ricevuto un messaggio dall’Agenzia europea per i medicinali che avrebbero rilasciato l’autorizzazione una settimana prima, ovviamente abbiamo esaminato se potevamo procedere con la vaccinazione prima della prima settimana di gennaio. Ma non era possibile, perché è necessario eseguire una serie di passaggi accurati “, ha affermato De Jonge a NOS.

De Jonge ha inoltre sostenuto che “molto consapevolmente” non ha scelto “un’iniezione simbolica”. Anche se “smaniava” quando ha visto le immagini delle vaccinazioni negli altri paesi, il ministro rifarebbe ciò che ha fatto: “Ragazzi, se solo fossimo stati in quella prima fase, ovviamente lo avremmo preferito. Allo stesso tempo, abbiamo fatto le scelte così come le abbiamo fatte, e penso che siano scelte responsabili“.

Le critiche alla strategia di vaccinazione olandese sono molte, che è l’ultimo paese dell’UE ad iniziare la vaccinazione. All’inizio di questo mese, diversi parlamentari hanno espresso la loro insoddisfazione alla Tweede Kamer. Roel Coutinho, ex direttore di RIVM, lunedì ha detto a Nieuwsuur che la strategia olandese è “sconcertante”.