Credit: Chris Grodotzki/Sea Watch

Un no categorico, questa è la risposta che il governo olandese ha inviato all’Italia, a margine dell’ennesima crisi del Mediterraneo seguita al rifiuto italiano di far sbarcare la nave “Sea-Watch 3”.

Il vice primo ministro italiano Luigi Di Maio è irritato dal fatto che la nave che batte bandiera olandese navighi in acque territoriali italiane.

Per ora, dice il ministro degli Affari esteri Stef Blok, l’Olanda ha “preso atto” della richiesta italiana, ma ha ribadito di non essere responsabile per le attività della Sea-Watch 3. Finché non ci saranno accordi strutturali europei, “i Paesi Bassi non prenderanno parte ad alcun intervento ad hoc”, ha ripetuto il sottosegretario all’immigrazione Mark Harbers.

Il sottosegretario aveva dichiarato ad inizio mese che i Paesi Bassi avrebbero accettato migranti salvati in mare per l’ultima volta.