Il vicepremier italiano Matteo Salvini non si muove, a proposito di Sea Watch, dalla sua posizione: Sea Watch batte bandiera olandese e la responsabilità è dei Paesi Bassi.

Salvini ha cercato di entrare, senza successo, in contatto con la sua omologa, Kasja Ollongren per discutere della faccenda.

Il concetto è stato confermato anche dal premier Conte al suo omologo olandese Rutte, durante il G20 in Giappone.

Intanto, una soluzione potrebbe essere in vista: stando alla stampa olandese diversi paesi, 5 a quanto pare, avrebbero accettato di accogliere i 42 naufraghi della Sea Watch.