L’Olanda non è ancora ben preparata per un’altra pandemia, afferma un rapporto del cosiddetto Capaciteitsorgaan, di cui scrive l’AD. Questo organismo fornisce consulenza al governo e al settore sanitario sul numero di persone necessarie nell’assistenza sanitaria.

Secondo il rapporto, i centri per il controllo delle malattie infettive sono stati ampliati di portata, dalla crisi Covid ma tra le altre cose, è necessario formare nuovi medici e sono necessari anche più specialisti.

Il direttore GGD Rouvoet aveva già affermato che i Paesi Bassi non sono ben preparati per una nuova pandemia.

All’inizio della pandemia di Covid, gli esperti scommettevano sulla solidità del sistema.  “Eventuali pazienti saranno messi in isolamento nella speranza di limitare la diffusione. Il problema è che molte persone non dichiarano i sintomi agli ospedali”. Ma non ci sono motivi di allarmarsi. “Come per la ‘Mexican flu’, abbiamo protocolli per evitare il diffondersi del contagio. Se dovesse scoppiare un’epidemia, probabilmente si tratterebbe solo di pochi casi isolati”.