BE

BE

Scuse non bastano: le atlete del basket BE vogliono che la tv cacci il presentatore omofobo

Basketball Belgium e Belgian Cats, la nazionale belga di basket femminile, chiedono “con urgenza” le dimissioni del giornalista sportivo Eddy Demarez e stanno valutando se siano necessarie ulteriori azioni legali. Lo affermano in un comunicato all’agenzia di stampa Belga.

Dopo una trasmissione in diretta di tributo agli atleti olimpici tornati, il commentatore -che aveva dimenticato il microfono aperto- ha suggerito, all’indirizzo delle atlete, che si tratti di una squadra di “uomini”: “Non si deve essere trombato molto, eh. Penso non ce ne sia una etero tra loro”. [“Gepoept zal er niet geweest zijn, hè. Ik denk dat er één hetero bij zit.”] seguito da nomignoli alle giocatrici, una di queste definita “uomo”.

“La domanda che si pongono a Basketball Belgium e The Belgian Cats se qualcuno con tali opinioni possa ancora agire in modo credibile come presentatore e figura di spicco della nostra emittente pubblica. Siamo convinti che la risposta a questo sia “no”, e quindi esortiamo il signor Demarez a dimettersi da giornalista e, se si rifiutasse, a VRT di porre fine al suo contratto di lavoro”, afferma la nota.

“Le dichiarazioni di Mr. Demarez sulle nostre atlete olimpiche sono inaccettabili. Sono molto offensive non solo per i Belgian Cats, ma anche per un pubblico molto più ampio. Le sue parole colpiscono tutti coloro che sono oggetto di discriminazione, non solo nello sport”. Nel frattempo, lo stesso Demarez si è scusato, ma non è bastato per Koen Umans di Basketball Vlaanderen e The Belgian Cats.

 

SHARE

Altri articoli