NL

NL

Scuse NL per la schiavitù, le associazioni in Suriname: non vogliamo si scusi un discendente di schiavi ma “un bianco”

Rutte va avanti con il piano delle scuse il prossimo 19 dicembre, nonostante le proteste. Il motivo? Secondo le associazioni, il governo olandese avrebbe detto che il momento politico potrebbe essere irripetibile: la maggioranza favorevole potrebbe dissolversi il prossimo anno e mezzo parlamento è contrario alle scuse, dice NOS.

Un incontro di oggi pomeriggio tra l’esecutivo e le organizzazioni in Suriname e Caraibi olandesi, aveva lo scopo di parlare del passato della schiavitù per approfondire il tema. In precedenza era trapelato che il gabinetto si sarebbe scusato il 19 dicembre e che vari ministri si sarebbero recati in Suriname e nella parte caraibica del Regno.

Dopo la consultazione odierna, Rutte ha definito fastidioso il fatto che parti dei piani fossero trapelate; non ha voluto parlare di quello che accadrà esattamente il 19 dicembre: “È un processo in divenire”, sostenendo che il I luglio sarà il passaggio successivo “perché sarà terminato solo quando la discriminazione contro l’ultima persona nei Paesi Bassi sulla base del colore della sua pelle sarà cessata”, avrebbe detto il premier.

Rutte ha detto che i colloqui di oggi hanno portato a nuove intuizioni nel gabinetto, ma non ha voluto dire quali.

Roozer, presidente della Commemorazione nazionale surinamese della schiavitù ha detto in seguito che si aspetta che il governo vada a Paramaribo il prima possibile per spiegare quali piani ha per le scuse:  vuole anche che le parti interessate possano proporre parole chiave che saranno incluse nella dichiarazione finale.

Per quanto riguarda Roozer, i Paesi Bassi dovrebbero almeno dichiarare che la schiavitù era “un crimine contro l’umanità” e che ci sarà un “programma di riparazione”. Se le scuse vengono offerte in Suriname, ciò non dovrebbe essere fatto dal ministro Weerwind. “Lui stesso è un discendente di schiavi. Deve essere fatto da un uomo bianco, come diciamo in Suriname. Anche questo è spirituale. Se il gabinetto invia Weerwind, non lo accetteremo”, ha chiarito Roozer.

SHARE

Altri articoli