NL

NL

“Scuse del governo per passato schiavitù NL, sono legittime”, il tribunale olandese respinge le obiezioni del Suriname

Il tribunale dell’Aia ha respinto le obiezioni di cinque fondazioni surinamesi contro le scuse nazionali per la schiavitù passata il 19 dicembre.

Le fondazioni avevano intentato un procedimento contro il governo dopo le indiscrezioni trapelate lo scorso mese che il gabinetto voleva porgere le tanto attese scuse per il passato di schiavitù olandese, il prossimo 19 dicembre. Le associazioni lamentavano una fretta eccessiva, per una decisione storica di questa portata e chiedevano consultazioni maggiori.

Wi Kon Na Wan, Mart RadioEer en Herstel, Afro-Caribische levensbeschouwing en Spiritualiteit, en Keti Koti. Le ragioni del procedimento erano ordine pubblico e principi generali di buona amministrazione. Ma ciò riguarda i poteri di diritto civile e quindi questi argomenti non hanno senso in questo caso, ha stabilito la corte, agitando la discrezionalit

Secondo il tribunale, la decisione discrezionale dello Stato non trova posto in un’aula di tribunale: il governo non è obbligato a chiedere scusa, è qualcosa che lo Stato si sente moralmente obbligato a fare. Questo può essere valutato solo dallo Stato stesso e quindi un giudice non può intervenire, ha stabilito il tribunale.

Le organizzazioni del Suriname in seguito hanno chiesto scuse e hanno chiesto il divieto delle scuse nazionali prima del 1° luglio del prossimo anno. Le indagini sull’esatto ruolo dei Paesi Bassi nella tratta degli schiavi sono ancora in corso, infatti e secondo le fondazioni, il gabinetto dovrebbe attendere quelle indagini, perché altrimenti non sarà chiaro per cosa si stiano scusando esattamente i Paesi Bassi, dice NOS.

 

SHARE

Altri articoli