The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Scuole primarie, domani un altro sciopero. Ma il governo non cede: niente fondi aggiuntivi

Photo Credit: Heather Johnson, EOE  – Flickr

Migliaia di insegnanti della scuola primaria e secondaria sciopereranno giovedì e venerdì mentre la battaglia per convincere il governo ad investire, strutturalmente, più denaro nell’istruzione primaria, continua.

Le ricerche condotte dall’emittente NOS mostrano che almeno un insegnante smetterà di lavorare nel 90% delle scuole del paese mentre, secondo il sito web Nu.nl, quasi 4.000 scuole primarie e 180 scuole secondarie saranno chiuse in uno o entrambi i giorni.

Ma il ministro dell’istruzione Arie Slob ha dichiarato al Telegraaf in un’intervista che mentre condivide la protesta dei gruppi di insegnanti, il governo non investirà più soldi per ridurre la pressione del lavoro e affrontare la carenza di personale. Lo sciopero nazionale è il quarto degli insegnanti in questo anno scolastico.

A novembre sono state chiuse circa 4.000 scuole primarie e secondarie. Alla fine dello scorso anno il governo ha dichiarato che avrebbe stanziato 460 milioni di euro in più per le scuole, ma solo 363 milioni di euro sono in realtà fondi aggiuntivi. E secondo una ricerca del sindacato docente Aob, quattro scuole su 10 ora non hanno personale supplente se gli insegnanti si ammalano. Una scuola elementare su cinque e una scuola secondaria su quattro hanno anche posti vacanti.