Il numero di iscritti alle scuole primarie islamiche (islamitische basisscholen) in Olanda è cresciuto del 22% nel corso degli ultimi cinque anni. Secondo quanto riportato da AD, nonostante il numero di studenti delle “basisscholen” sia complessivamente in calo, le scuole islamiche non conoscono crisi e hanno raggiunto un picco di 11 000 studenti nel corso del 2014.

Nei Paesi Bassi sono 49 gli istituti gli istituti in questione, tutti per ragazzi che vanno mediamente dai 4 ai 13/14 anni. Ma quello delle scuole islamiche è un argomento spesso divisorio dell’opinione pubblica nel paese, in cui il terzo partito è guidato dall’islamofobo Geert Wilders. Sempre secondo AD, poi, negli ultimi anni i bassi risultati degli esami CITO (test di valutazione obbligatori per chi esce dalla scuola primaria) hanno contribuito a muovere diverse critiche nei confronti delle “islamitische basisscholen”.

Questo nonostante Jaap Dronkers, professore all’Università di Maastricht e membro onorario dell’Associazione Olandese di Sociologia (Nederlandse Sociologische Vereniging), abbia confermato come “le scuole Islamiche portino generalmente risultati migliori rispetto a quelli delle scuole pubbliche con la stessa composizione socio-economica”.

 

Cover Pic: Pixabay