© Brass Band Nuenen archive and Van Gogh Museum, Amsterdam (Vincent van Gogh Foundation)

Vincent van Gogh aiutò nel 1884 a formare una band nel villaggio di Nuenen, vicino ad Eindhoven)Il suo nome è stato scoperto tra i 68 membri onorari che fondarono il gruppo Harmonie de Vooruitagang (Armonia del Progresso). L’ha scoperto Arie van Kuijk, architetto e trombonista.

Il nome di van Gogh è stato trovato da van Kuijk nel registro dell’archivio della banda di ottoni, all’interno della canonica cattolica di Nuenen. Van Gogh visse nell’allora comunità agricola per due anni (1883-85). Qui però fu al centro di uno scandalo. Ebbe una relazione con Margot Begemann, che tentò anche di suicidarsi nel settembre dell’84 per poi essere salvata dallo stesso van Gogh.

L’anno successivo, il prete del paese lo accusò della gravidanza di un’altra donna: Gordina de Groot. De Groot era una modella del pittore e appare nel celebre I mangiatori di patate.

Il registro ci svela van Gogh come un “outsider”. Allo stesso tempo, per essere uno dei fondatori e membro onorario della banda doveva essere secondo van Kuijk “ragionevolmente benestante”. Infatti, i membri onorari erano tenuti a fornire contributi finanziari due volte l’anno.

Van Gogh e la musica a Nuenen

Van Gogh potrebbe, secondo l’esperto Ton de Brouwer, essere stato l’organista della chiesa cattolica. Egli prese infatti lezioni di piano da Hein van der Zande, anche se apparentemente non suonò mai. Grazie all’amico Anton Kerssemakers sappiamo che egli:

Confrontava sempre la pittura con la musica. Inoltre, per capire meglio la gradazione dei toni, iniziò a prendere lezioni di pianoforte

Van Gogh non fu però un bravo studente.

Durante le lezioni, van Gogh continuava a paragonare le note del pianoforte con il blu di Prussia e il verde scuro o l’ocra scuro con il cadmio brillante. Così il pover’uomo pensò di avere a che fare con un pazzo e si spaventò a tal punto da interrompere le lezioni

Van Gogh rimpianse per sempre la sua mancanza di successo nella musica. Ma la banda sopravvive ancora. Adesso si chiama Brass Band Nuenen e van Kuijk suona il trombone basso da 44 anni.